Eventi Eventi e Show In evidenza News

Agri e Slow Travel Expo, a Bergamo tre giorni per scoprire il turismo lento

single-image

Alla Fiera di Bergamo, si preparano tre giorni dedicati al turismo slow, active e outdoor. Dal 16 al 18 febbraio si svolgerà, infatti, la nona edizione di Agri e Slow Travel Expo – Fiera dei Territori, una vetrina internazionale d’eccezione per i borghi e territori italiani.

Gli amanti del turismo slow potranno scoprire le migliori destinazioni e proposte di vacanze sostenibili e autentiche (l’ingresso è gratuito), mentre ai professionisti del settore è dedicata una sezione B2B con workshop e appuntamenti prefissati in slot di 15 minuti, per far incontrare i seller e i 40 buyer italiani e stranieri che arrivano da Austria, Belgio, Bulgaria, Estonia, Canada, Francia, Germania, Olanda, Norvegia, Polonia, Slovacchia e Regno Unito.

Turismo lento, trend in crescita

Presentata nei giorni scorsi in Regione Lombardia dagli assessori Barbara Mazzali (Turismo e Moda) e Paolo Franco(Casa e all’housing sociale), dalla project manager di Agri e Slow Travel Expo Stefania Pendezza e dal direttore di operations Promoberg, Carlo Conte, l’edizione 2024 si annuncia ricca di eventi e novità. In un’area espositiva di 13.000 mq, per un totale di due padiglioni, saranno presenti oltre 200 espositori tra enti pubblici e privati, DMO, consorzi, associazioni e tour operator, 14 regioni italiane. Un’occasione unica per promuovere le immense bellezze del patrimonio naturale e culturale italiano.

Al centro dell’attenzione, otto temi di turismo sostenibile ed esperienziale: sostenibilità, enogastronomia, cicloturismo, montagna, cammini, accessibilità, vie d’acqua e folklore. E oltre 150 eventi tra show cooking, convegni, presentazioni, incontri, concerti ed esibizioni.

Stiamo vivendo un cambiamento netto nella scelta delle destinazioni da parte dei turisti, sempre più consapevoli che una vacanza è un momento di scoperta, di crescita culturale e rigenerazione che solo i luoghi lontano dalle folle e immersi nella natura sanno dare,” ha spiegato Stefania Pendezza, project manager di Agri e Slow Travel Expo. “Qui portiamo lItalia autentica che si può scoprire in cammino, in bici, per vie dacqua, attratti dalla natura, dallo sport, dalla spiritualità e dalla buona cucina. Sono destinazioni che si trasformano in emozioni ed esperienze di vita pensate per tutti. Anche quest’anno la Fiera di Bergamo per tre giorni diventa quindi la casa dei territori e delle eccellenze slow e sostenibili”.

Le novità dell’edizione 2024

Una bella novità dell’edizione di quest’anno è la gara organizzata da Gravel Franciacorta, che farà felici gli appassionati delle due ruote: a bordo di bici gravel adatte a tutte le superfici si percorreranno 70 km attraverso il territorio, per concludere in bellezza tra degustazioni e pasta party in area food. Altra novità che impreziosisce l’edizione 2024 della Fiera è la grande area outdoor in cui vivere e sperimentare nuove esperienze sportive grazie all’allestimento di speciali strutture: una pista di sci da fondo, due piste da discesa dedicate ai giovani per il primo approccio sugli sci, una pista da discesa con ciambelloni gonfiabili per bambini, una parete di arrampicata e tante altre attrazioni per tutti.

Cicloturismo, treni storici e trekking

Il turismo slow impone ritmi lenti per visitare un luogo: nulla di meglio allora che farlo in bici, a piedi o sulla carrozza di un treno d’altri tempi. Per questo a Bergamo si parlerà di cicloturismo, un segmento in crescita e che attualmente vale 5 miliardi di euro. A promuovere i 18.000 km di itinerari cicloturistici italiani sarà la FIAB, Federazione italiana ambiente e bicicletta, che da sempre incentiva l’uso quotidiano della bici e il cicloturismo per proteggere l’ambiente e scoprire le bellezze delle realtà territoriali più piccole e meno note.

Nel padiglione A, la Fondazione Ferrovie dello Stato presenterà i Treni Storici, per conoscere le linee ferroviarie un tempo sospese e oggi recuperate al turismo grazie al progetto “Binari senza Tempo”. La rete europea Rural Tour (che comprende 28 organizzazioni professionali provenienti da 25 paesi europei e asiatici) presenterà invece proposte di turismo rurale da trascorrere in una delle oltre 100 mila strutture rurali aderenti.

Alla Fiera saranno presenti anche Cammini d’Italia, la più grande community italiana di trekking e l’Associazione Trekking dItalia che condurranno il pubblico alla scoperta del turismo lento, presentando numerosi cammini per scoprire borghi, paesaggi, monumenti e le mete meno note del nostro Paese ma non per questo meno affascinanti. Anche la città di Bergamo sarà protagonista ad Agri e Slow Travel Expo non solo con i suoi prodotti d’eccellenza e le destinazioni slow, ma anche con il suo aeroporto, il primo in Italia bike friendly.

Agri e Slow Travel Expo sarà anche l’occasione per parlare di turismo accessibile, per rendere il viaggio un’esperienza alla portata di tutti (importante a questo proposito la presenza in Fiera di ENAT, la Rete Europea del Turismo Accessibile); e di folklore, quale manifestazione del ricco patrimonio immateriale dei territori da salvaguardare.

Il programma completo degli eventi è consultabile a questo link: www.agritravelexpo.it/eventi

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may also like