In evidenza News

Alla Milano Design Week ha debuttato Helios, l’ultima mobile home di Crippaconcept

single-image

Si chiama Helios l’ultima novità in tema di mobile home presentata da Crippaconcept. Come sta ormai diventando tradizione, il palcoscenico per il debutto ufficiale è stato la Milano Design Week, dove presso l’ADI Design Museum la nuova proposta dell’azienda italiana è stata esposta per alcuni giorni. Il culmine della manifestazione è stato raggiunto lo scorso 18 aprile, quando Crippaconcept ha riunito numerosi esponenti del mondo del turismo open-air italiano ed europeo per scoprire il ruolo e le ricadute ambientali, economiche e culturali del comparto nel nostro Paese.

Nell’occasione, l’Onorevole Barbara Mazzali, Assessore Turismo Lombardia, ha sottolineato come la sua regione esprima il 30% di tutto il design italiano e come il turismo abbia chiuso il 2023 con 51 milioni di pernottamenti e 19 milioni di presenze, con una crescita del 17 per cento rispetto al 2019. “I flussi turistici hanno bisogno di uscire dalle vie iconiche e provare nuove esperienze”, ha commentando parlando del turismo open-air.

Alberto Granzotto, Presidente di FAITA FederCamping Nazionale, ha invece rimarcato come “fare turismo sia un lavoro complesso, ma è evidente che lo sviluppo di un prodotto innovativo è uno degli elementi che ci consentono di attrare un pubblico che non ci conosce”. Per Luciano Galimberti, Presidente Associazione Disegno Industriale, “il design è una leva strategica e intelligente per lo sviluppo legata alla sostenibilità che ha sempre avuto attenzione particolare a questo mondo”.

Da sinistra: Simona Tedesco (Dove), Sergio Redaelli (Crippaconcept), Alessandro Mallo (Unicredit), Giuseppe Serra (Crippaconcept), Matteo Thun, Benedetto Fasciana (Matteo Thun) e Carlo Berizzi (Università di Pavia)

L’abitare turistico del futuro

Il modulo abitativo Helios, sviluppato su circa 40 metri quadrati, è stato realizzato in collaborazione con Matteo Thun & Partners ricreando un contesto open-air ispirazionale dedicato all’abitare (turistico) del futuro. Con lo studio di architettura, Crippaconcept ha avviato un nuovo percorso di riflessione e progettazione: dalla sottrazione degli spazi alla domanda di flessibilità delle esigenze di chi li abita; dalla camaleontica capacità di cambiamento, alla compresenza di benessere lavorativo ed equilibrio della vita privata. Helios per sua natura è removibile, e può quindi essere ricollocata nel paesaggio del camping village senza mai perdere la sua caratteristica peculiare: il dialogo con la natura.

Abbiamo iniziato 13 anni fa questa avventura ed essere oggi in questo museo è un punto di arrivo, visto che abbiamo lavorato su due aspetti in particolare: le emozioni e il design,” ha detto Sergio Redaelli, CEO di Crippaconcept. “Una mobile home come Helios esprime un nuovo concetto di ospitalità e accoglienza. Considero la collaborazione con Matteo Thun e Benedetto Fasciana un traguardo e un punto di partenza della nostra attività dedicata alla diffusione della cultura architettonica per tutto il nostro settore. Progettare soluzioni abitative temporanee non ha meno valore di progettare soluzioni domestiche permanenti, e il fatto che siano destinate ad esperienze per un tempo limitato deve garantire a maggior ragione qualità, non deve avere come conseguenza una sbrigativa ricerca di soluzioni spartane e banali”.

La connessione con la natura

Helios non è solo un progetto, ma una visione dell’abitare on the go”, ha spiegato l’architetto Benedetto Fasciana, Associated Director di Matteo Thun. “È un’architettura nomade che riflette, con materiali naturali, il suo inserimento in un contesto open-air. Abbiamo ottimizzato in 40 metri quadri gli spazi interni. Volevamo una veranda ampia per vivere esternamente la casa e quindi abbiamo creato una struttura finestrata molto ampia per creare questa connessione. I materiali sono tutti legati al contesto, sono in relazione con la natura. Abbiamo creato un sistema in cui possiamo cambiare materiale e finiture in base al luogo in cui la mobile home viene inserita”.

L’incontro con Crippa è stato eccezionale, ma anche difficile”, ha concluso Matteo Thun, Founder di Matteo Thun. “Keep the bones change the dress: con questa filosofia abbiamo declinato i prodotti Crippaconcept in tre versioni diverse. Helios offre un lusso consapevole in una struttura mobile: si tratta di uno spazio abitativo flessibile e modulare che semplifica le complessità del costruire, portando l’idea di microarchitettura ancora più lontano”.

Una perfetta collocazione

L’incontro di Milano ha visto anche la presenza di numerosi operatori del settore: Il professor Carlo Berizzi, Architectural & Urban Design, Coordinator AUDe, Università di Pavia; Francesco Giondi, CEO di Club Del Sole; Elisa Arnetoli, Direttore Commerciale di Human Company; l’architetto Rossana Pellegrino, Direttore Operations di Laghi Nabi; Valentina Rappoldi, Amministratore di Lago Maggiore Camping; Umberto Maccario, CEO di Zoom; e Sarah Dittmann, Marketing Manager di PiNCAMP. Grazie alle loro testimonianze, la presentazione di Helios ha trovato così perfetta collocazione nel più ampio scenario del mondo open-air, soprattutto a beneficio del pubblico di ospiti e osservatori del settore.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may also like