In evidenza News Persone

Ana Beriain – Federación Española de Campings

single-image

Ana Beriain è la presidente della Federazione spagnola dei campeggi (FEEC). Sul finire del 2023 ha concesso un’intervista ai nostri colleghi di Camping Profesional, che ringraziamo per averci dato l’opportunità di riprodurre questo testo. Ecco le domande e le risposte della manager spagnola.

Camping Profesional – Si chiude un anno che ancora una volta possiamo considerare eccellente per i campeggi spagnoli, seguendo il trend degli ultimi anni. Gli imprenditori del settore sono soddisfatti…
Ana Beriain – Siamo soddisfatti. In termini generali è stata una stagione molto buona, con un’ottima estate e una primavera e un autunno con buoni livelli di occupazione. Anche in assenza di dati ufficiali dell’INE (l’Istituto Nazionale di Statistica, ndr) per dicembre, possiamo anticipare che chiuderemo il 2023 con 10 milioni di viaggiatori e 47 milioni di pernottamenti, cifre davvero importanti che il settore dei campeggi apporta al turismo nazionale.

Camping Profesional – E come si presenta il 2024? Con quali prospettive?
Ana Beriain – A oggi direi che sarà molto simile al 2023. Spero che non ci siano battute d’arresto, perché siamo un settore vulnerabile a certe situazioni, ma sono fiduciosa che anche questa stagione sarà migliore della precedente. Come fattori imprevedibili avremo sempre il meteo, soprattutto in alta stagione. Siamo più preoccupati per l’incertezza economica del paese, l’inflazione, i mutui… tutti fattori che fanno sì che gli spagnoli abbiano o meno un piccolo margine da spendere in vacanze, trascorrendo più o meno giorni nelle nostre strutture, spendendo più o meno in tempo libero e ristoranti. Sono aspetti che hanno un loro peso…

Camping Profesional – Alla fine dello scorso anno avete lanciato la sfida di attirare ancora più clienti non campeggiatori e sembra che ciò stia succedendo… Qual è l’obiettivo nel breve-medio periodo?
Ana Beriain – Crescere al di fuori dei mesi di alta stagione. Nei mesi primaverili e autunnali abbiamo molto spazio per lavorare di più. La destagionalizzazione sarà essenziale per fare la differenza.

Camping Profesional – Anche questa stagione si chiude con un aumento delle strutture aderenti alla FEEC grazie anche all’integrazione dei campeggi della Federazione Valenciana dal 1° aprile. C’è stato un rafforzamento di entrambe le federazioni con questa unione?
Ana Beriain – I campeggi della Comunità Valenciana sono un modello da seguire ed è molto importante affrontare il futuro tutti insieme. Penso che siamo sulla strada giusta.

Camping Profesional – L’anno si è chiuso a livelli altissimi: il quarto Camping Gala svoltosi lo scorso novembre a Madrid è stato ancora una volta un successo, con un “tutto esaurito” e massima emozione da parte dei vincitori. Come l’ha vissuto e come si sente in questo momento?
Ana Beriain – Siamo riusciti a renderlo un evento unico nel settore turistico nazionale, non solo nel settore camping. L’impatto mediatico del Gala ha superato di gran lunga ogni aspettativa. I Goya dei Campeggi, come vengono chiamati, è il modo di valorizzare le nostre aziende. Molto bella l’emozione vissuta dai finalisti. È un evento molto umano, perché vengono premiati la dedizione e l’impegno per un lavoro ben svolto da colleghi professionisti.

Camping Profesional – Continua a lavorare al programma Spain Tourism Experiences. Come sta procedendo il progetto?
Ana Beriain – La piattaforma www.experienciascampings.es è ora operativa. L’obiettivo era quello di avere un sito web in cui proporre le attività che si possono svolgere durante il soggiorno in un campeggio. Esistono molti motori di ricerca per campeggi, ma nessuno offre un vero valore aggiunto. Con questo è invece possibile prenotare sia l’alloggio nel campeggio sia l’esperienza che interessa (noleggio bici, tavola da surf, visita a una cantina, a una fattoria, turismo attivo e così via). Si tratta di offrire un pacchetto combinato di esperienze, che è ciò che i clienti ci richiedono oltre al soggiorno nelle nostre strutture.

Camping Profesional – L’anno scorso si era parlato anche di alcuni obiettivi in ​​sospeso non solo nel campeggio, ma nel turismo in generale, come continuare a scommettere sull’accessibilità, sulla sostenibilità… Quali sono stati i progressi quest’anno e che prospettive ci sono per i prossimi?
Ana Beriain – In Federazione lavoriamo per sensibilizzare i campeggi sull’importanza di questi temi, come la sostenibilità sociale ed energetica. Dobbiamo contribuire con il nostro granello di sabbia alla società, prendendoci cura delle persone e dell’ambiente. Anche se stiamo facendo passi da gigante, è qualcosa su cui non smetteremo di lavorare.

Camping Profesional – Ci sono altri progetti su cui è concentrata in questo momento?
Ana Beriain – Abbiamo appena creato la FEEC Academy, una piattaforma di formazione e sviluppo professionale specializzata nel settore del campeggio. Offre corsi di breve durata, pratici e adattati alle esigenze dei campeggi (manutenzione, accoglienza, restauro e così via), che forniscono quotidianamente un valore reale a tutti i reparti operativi di un campeggio, sottolineando quegli aspetti che servono a migliorare la qualità e la redditività.

Camping Profesional – Un augurio per il nuovo anno?
Ana Beriain – Salute, turisti, rispetto e pace.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may also like