Dati e ricerche In evidenza News

CampingVillage.Marketing: cosa cambia nelle preferenze dei turisti per le vacanze en plein air 2024

single-image

Per il settimo anno consecutivo, il team del progetto CampingVillage.Marketing di Titanka! ha condotto un sondaggio mirato tra coloro che scelgono i camping village, allo scopo di identificare le tendenze emergenti e le preferenze di viaggio dei turisti di oggi.

Tra gennaio e febbraio 2024 il sondaggio ha raccolto oltre un migliaio di risposte, poi confrontate con quelle degli anni precedenti ed elaborate in un report su misura per tutti gli addetti al settore. I risultati di questa indagine hanno l’obiettivo di aiutare gli operatori dei camping village a individuare nuovi elementi chiave per il successo commerciale delle proprie strutture, intercettando opportunità di crescita, alla luce delle esigenze emergenti e alle nuove aspettative dei clienti.

Cosa è emerso dal sondaggio 2024?

Facendo prima un piccolo passo indietro però, va precisato che nell’analisi delle risposte non si può a oggi prescindere da questo dato: le richieste dei turisti alle strutture all’aria aperta, mai come quest’anno, sono esplose in largo anticipo. I volumi di richieste dei turisti nei primi due mesi dell’anno sono quasi triplicati rispetto all’anno scorso. Il trend è già noto e di anno in anno si può vedere come i turisti si muovano con crescente anticipo.

Il nuovo sondaggio 2024 ha indagato anche sul perché di questa nuova tendenza, e su tante altre questioni che riguardano l’organizzazione della vacanza en plein air. Ecco allora una piccola anticipazione del report.

Molti turisti sono flessibili sulle date del soggiorno

Alla domanda “Quando pensi che andrai in vacanza?” solo il 59,7% degli intervistati ha dichiarato che andrà in luglio/agosto.

Analizzando i dati storici, emerge una diminuzione delle preferenze per l’alta e altissima stagione, che negli ultimi anni avevano raggiunto picchi del 64,80% nel 2023 e del 70,20% nel 2022. Nonostante ciò, il calo delle prenotazioni per i mesi di luglio e agosto non è bilanciato da un aumento proporzionale per giugno e settembre; piuttosto, si osserva una crescita maggiore per la primavera.

Inoltre, il 21,30% dei turisti si dichiara flessibile, pronto a valutare periodi di viaggio in base a offerte e condizioni favorevoli. Questo suggerisce che i gestori dei camping village hanno l’opportunità di influenzare la clientela, guidandola verso periodi di maggiore interesse per la struttura.

Aumenta la preferenza per i viaggi all’estero

Alla domanda ‘Dove viaggerai nel 2024?’ oltre l’87% ha dichiarato che viaggerà in Italia. L’estero però dimostra di essere una scelta in crescita, riscontrando un +5,2% rispetto al 2023. La preferenza per l’estero non va però a discapito della nostra nazione: sono infatti più del 55% gli intervistati che hanno dichiarato che viaggeranno più di una volta nei prossimi mesi.

Destinazioni di mare al top delle preferenze, ma la montagna guadagna 6,6 punti %

La domanda “Quale meta sceglierai?” chiarisce che il mare rimane in cima alla classifica delle destinazioni predilette da questo target. Anche se nel 2024 la crescita maggiore viene registrata dalla destinazione montagna, che guadagna il 6,6% sul 2023.

Anche a questa domanda le persone avevano la possibilità di selezionare più opzioni, perciò nonostante il mare rimanga assolutamente in testa, ci sono buone prospettive anche per altre mete come i borghi (+4,4% rispetto al 2023), il Lago (+4,3%) e le città d’arte (+2,8%).

I turisti confermano che si stanno muovendo in anticipo rispetto al passato

Oltre l’81,4% degli intervistati lo ha confermato: negli ultimi anni anticipa sempre di più le ricerche e le richieste di preventivo per le proprie vacanze. Dalle risposte giunte alla domanda “Perché hai anticipato l’organizzazione delle tue vacanze?” sono emerse diverse motivazioni e nuove abitudini di prenotazione:

Sempre più turisti hanno capito che la disponibilità è la chiave: chi prenota prima, trova il posto migliore, alle condizioni migliori. In questo contesto le offerte “Prenota Prima” rappresentano una preziosa opportunità per i camping village. Tuttavia, è fondamentale stabilire con cura i termini e le condizioni di tali offerte, incluso un limite massimo di sistemazioni scontate disponibili, regole chiare e precise riguardanti depositi, cancellazioni e altre eventualità al fine di garantire una gestione efficace e proficua delle prenotazioni.

Questi dati sono solo un piccolo estratto del Report con l’analisi delle risposte al Sondaggio 2024 di CampingVillage.Marketing. Per scoprire di più su quello che i potenziali clienti stanno cercando per le loro prossime vacanze, è possibile scaricare il report completo con tutte le risposte qui.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may also like