In evidenza News

Il 2023 è stato un anno record per i campeggi austriaci: registrati oltre 8,3 milioni di pernottamenti

single-image

Con oltre 8,3 milioni di pernottamenti, il 2023 è stato un anno record per i campeggi austriaci. Il Camping Club Austriaco (ÖCC) tira le somme di una stagione eccezionale che è riuscita a battere i già ottimi risultati del 2022, anno in cui si erano registrati 7.845.000 pernottamenti, segnando una crescita di circa il 6%.

La vacanza all’aria aperta si conferma quindi in grande ascesa nelle preferenze dei turisti austriaci. In un commento alla stampa austriaca, Tomas Mehlmauer, Presidente dell’ÖCC, ha infatti sottolineato la crescita dell’entusiasmo tra i viaggiatori per lo stile di vita del campeggio e i suoi vantaggi, soprattutto la flessibilità e il senso di libertà. Il presidente si è anche detto lieto di osservare come parallelamente all’aumento degli appassionati di campeggio, cresca anche il numero di adesioni al Camping Club Austriaco, che oggi conta più di 13.000 membri.

Carinzia, Tirolo e Salisburgo sono le destinazioni più ricercate

Ma quali sono state le regioni austriache più gettonate nel 2023? Parlando sempre di pernottamenti, è la Carinziache si aggiudica il primo posto sul podio con 2.532.941 pernottamenti (seppur in leggero calo rispetto al 2022 quando si erano registrati 2.660.000 di pernottamenti).

A poca distanza il Tirolo che, con i suoi 2.300.816 pernottamenti (190mila in più rispetto al 2022), si piazza al secondo posto. Più distaccate, ma tutte in crescita rispetto al 2022, le altre regioni: il Salisburghese (951.283 pernottamenti), la Stiria (716.583), l’Alta Austria (497.072), il Burgenland (478.518), il Vorarlberg (455.223) e la Bassa Austria (292.896), mentre 104.222 pernottamenti sono stati registrati nei campeggi o nelle piazzole di Vienna.

In questo contesto, è da sottolineare che a registrare la crescita più forte in termini di pernottamenti rispetto al 2022 sono stati i campeggi dell’Austria orientale, con circa il +40% registrato nel Burgenland e circa il +60% della zona di Vienna.

Fuori dai confini nazionali, i campeggiatori austriaci hanno accordato la loro preferenza alle destinazioni Croazia, Italia, Scandinavia e Grecia, mentre per i viaggi a lungo raggio hanno puntato soprattutto su Stati Uniti, Canada, Islanda, Australia e Nuova Zelanda.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may also like