In evidenza News

A Bergamo inizia domani Agri e Slow Travel Expo, per promuovere il turismo esperienziale

Inizia domani 31 marzo, a Bergamo, Agri e Slow Travel Expo, Fiera dei Territori, che promuove il turismo slow, active e outdoor, attraverso la valorizzazione dei territori e la scoperta di luoghi meno noti in cui fare esperienze di viaggio in sintonia con la natura. 

single-image

Inizia domani 31 marzo, a Bergamo, Agri e Slow Travel Expo, Fiera dei Territori, che promuove il turismo slow, active e outdoor attraverso la valorizzazione dei territori e la scoperta di luoghi meno noti in cui fare esperienze di viaggio in sintonia con la natura. Non semplicemente proposte di vacanze e destinazioni, ma una vera e propria filosofia del viaggio, ispirata dai valori della sostenibilità e dell’accessibilità, uno dei focus di questa ottava edizione della manifestazione.

Turismo esperienziale e le proposte delle regioni italiane

La promozione del turismo esperienziale avviene attraverso la scoperta di borghi storici, cammini, vie d’acqua, sagre di qualità, piste ciclabili, che consentono di scoprire un nuovo modo di viaggiare, più lento, autentico ed emozionale. Da Bologna e Modena al Lazio, passando per la Liguria, fino alla Sicilia e alla Calabria, i territori si presentano ad Agri e Slow Travel Expo proponendo attività ed esperienze nuove per scoprire le bellezze italiane. Itinerari curiosi come l’enotrekking, proposto dalla Regione Lazio, che presenta anche percorsi inediti, in particolare di Roma e dei suoi dintorni, della Valle del Tevere, del litorale laziale, della Ciociaria e della Valle Comino, dei monti Simbruini e del loro parco. La Sicilia propone un’esperienza autentica e immersiva dell’Isola: itinerari culturali e del gusto, 500 km di percorsi cicloturistici, cammini e trekking naturalistici, hiking tra i vigneti e gli oliveti. Per chi ama la bicicletta tanti percorsi per le 2 ruote, come la Ciclovia del Sole presentata da Bologna Welcome, un percorso ciclabile adatto a tutti che attraversa la pianura bolognese, collegandola al resto dell’Europa.

Walking from Madonna dei Fornelli and on the ancient Roman road, only discovered in 1979

B2B e B2C le due anime di Agri e Slow Travel Expo

La fiera dei territori è aperta al pubblico e ai professionisti del settore. L’esposizione si sviluppa su 16.000 mq (in parte esterni, in parte interni) e prevede la presenza di 130 espositori tra nazionali e internazionali (circa 70). Gli eventi sono oltre 120, tra show cooking, presentazioni, incontri ed esibizioni, concerti jazz, blues e pop. Per quanto riguarda gli addetti ai lavori, saranno in loco una sessantina di buyer, 25 nazionali di diverse provenienze (Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria, Veneto); 36 quelli internazionali, (1 Austria, 2 Belgio, 2 Canada, 1 Repubblica Ceca, 1 Danimarca, 2 Francia, 2 Germania, 1 Israele, 1 Paesi Bassi, 3 Norvegia, 1 Polonia, 1 Slovacchia, 1 Svezia, 1 Svizzera, 5 Regno Unito, 5 USA). Oltre 940 gli incontri business to business programmati tra buyer e seller.

Focus sul turismo accessibile in collaborazione con ENAT

ENAT, la rete europea per il turismo accessibile, sarà presente in fiera per porre maggiore attenzione al turismo inclusivo, ossia alla volontà di rendere le destinazioni accessibili a tutti i visitatori. L’accesso al turismo è un diritto per tutti garantito dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità, ma c’è ancora molta strada da fare. Il mercato potenziale per il turismo accessibile in Europa è stimato in 130 milioni di persone, con un potere di spesa annuale di oltre 68 miliardi di euro. Un dato che include turisti con disabilità, persone anziane, donne incinte, famiglie con bambini piccoli e persone con problemi cronici di salute o con una disabilità temporanea.

Sperimentare la vacanza dal vivo in fiera

Ad Agri e Slow Travel Expo è possibile sperimentare alcune delle attività proposte, come per esempio lo sci di fondo, grazie a una pista esterna dove si può simulare una sciata in montagna guidati da esperti istruttori. È solo uno degli sport che si potranno provare dal 31 marzo al 2 aprile 2023 al Villaggio della montagna, organizzato in collaborazione con ENIT. In quest’area, aperta al pubblico, si troveranno tante proposte esperienziali, come le pareti di arrampicata del CAI, percorsi per mettere alla prova chi in montagna vorrà cimentarsi in un’escursione in mountain bike oppure nel nordic walking con le racchette.

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may also like