In evidenza News

La scandinava First Camp amplia la sua offerta con l’acquisizione di un nuovo campeggio 5 stelle

single-image

First Camp, la principale catena di campeggi nella Scandinavia con una rete di 71 destinazioni tra Svezia, Danimarca e Norvegia, ha recentemente ampliato il suo portfolio acquisendo Kronocamping, un campeggio a cinque stellesituato a Lidköping, sulle sponde del lago Vänern. Con questa mossa, diventano 52 i campeggi First Camp in Svezia, il principale mercato per il gruppo scandinavo, che può contare poi su altre 15 strutture in Danimarca e 4 in Norvegia.

Il gruppo offre un’ampia gamma di opzioni per le vacanze all’aria aperta, dalle piazzole per tende e roulotte fino al glamping e alle accoglienti sistemazioni in oltre 3.000 cottage. I campeggi sono dotati di strutture e servizi paragonabili a quelli di una vacanza organizzata, come accesso a piscine, parchi acquatici, club per bambini, palestre, campi sportivi e centri benessere, per soddisfare le esigenze di una clientela sempre più alla ricerca della “vacanza attiva”, anche per i più piccoli.

Strategia di espansione

La crescita della catena, passata da 20 a 71 strutture dal 2018 a oggi, è guidata dal CEO Johan Söör, il quale ha chiarito che, nonostante il cambio di proprietà, il campeggio Kronocamping continuerà a essere gestito dai suoi precedenti proprietari. Si tratta di un campeggio molto noto in Svezia, con una clientela fedele, pluripremiato e gestito con successo per tre generazioni dalla stessa famiglia.

La strategia di First Camp nelle acquisizioni è orientata all’integrazione della nuova struttura nel marchio, mantenendo al contempo le sue peculiarità e punti di forza. L’intervento mira soprattutto a colmare le lacune spesso presenti nelle gestioni a conduzione familiare, concentrandosi, per esempio, sullo sviluppo digitale della struttura, un aspetto di crescente importanza oggi.

Basti pensare che il sito web di First Camp è attualmente il principale canale di prenotazione per campeggi e alloggi in Svezia: essere presenti su questa piattaforma significa non solo essere visibili ad un pubblico più vasto, ma anche consolidare la fiducia dei clienti grazie alla notorietà del gruppo. E questo è certamente importante in un momento di grande ripresa del settore delle vacanze open air, che vede anche il ritorno dei turisti stranieri dopo il periodo pandemico.

Il flusso di ospiti internazionali – ha osservato Johan Söör – potrebbe aumentare nei prossimi anni, favorito dagli effetti del cambiamento climatico che spingerebbe i campeggiatori a rinunciare alle vacanze nel Mediterraneo, sempre più colpito da ondate di calore estremo, e ad optare per destinazioni più fresche nel Nord della Scandinavia. Una tendenza già in atto per molti tedeschi e olandesi.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may also like