Eventi In evidenza News

Le tavole rotonde del Camping Revolution Day che hanno raccontato il mondo italiano dell’open-air

single-image

Si è svolta lunedì la giornata formativa e informativa battezzata Camping Revolution Day, organizzata da Teamwork in collaborazione con FAITA FederCamping con un ricco panel di ospiti. Sei le tavole rotonde che hanno animato la giornata, per un contributo che ha spaziato dai dati e tendenze di mercato a sessioni più specifiche dedicate ad argomenti come revenue management e nuove tecnologie. Passando da un confronto sul campeggio del futuro, dalla sostenibilità sociale e dal social e web marketing. Ecco come è andata.

Open Air 2030: dati e tendenze per orientare le scelte del futuro

La prima tavola rotonda ha costituito la base per inquadrare lo stato del settore in termini numerici e prospettici. Valeria Minghetti, ricercatrice CISET – Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica ha dato qualche cifra confermando sostanzialmente quanto già presentato in occasione del SIA Hospitality Design: “Dopo un’estate che è stata veramente da record, quella del 2022, abbiamo una sostanziale stabilizzazione grazie a un aumento delle tariffe che ha in parte compensato la contrazione della domanda italiana. I risultati sono stati differenziati per territorio, non solo a livello di macroarea geografica, ma anche tra regioni all’interno della stessa area e per tipologia di turismo”.

A livello più strutturale, Minghetti ha provato a delineare i percorsi evolutivi delle imprese, evidenziandone i modelli, Questo è il frutto di un lavoro sviluppato per FAITA Nord-Est e quindi il focus è sul Veneto e il Friuli-Venezia Giulia. Le aziende sono state divise in tre categorie – i pionieri, gli inseguitori e gli inerti – analizzandone i modelli organizzativi e gestionali.

I pionieri sono oltre il 50% delle aziende che operano nel settore. “Stiamo parlando di strutture che innovano, che hanno dichiarato di aver fatto investimenti negli ultimi dieci anni,” ha detto Minghetti. “Sono soprattutto villaggi ubicati lungo la costa e al lago, con una qualità dell’offerta di livello alto o medio-alto e un’incidenza di nuova clientela rispetto alla tradizionale superiore al 50%. E questo è uno stimolo a innovare. Il 57% di loro offre almeno otto servizi aggiuntivi rispetto a quello che è il servizio core, ossia l’alloggio, affidandoli spesso a una gestione esterna. Per quanto riguarda la digitalizzazione, il 62% di queste imprese dichiara di avere un sito con cui fa e-commerce, il 76% di vendere attraverso portali specializzati e il 57% di utilizzare anche piattaforme travel tradizionali come Booking.com o Expedia”.

Valeria Minghetti

La metà costituita da inseguitori e inerti
L’altra metà del mercato è divisa tra inseguitori e inerti. “I primi sono poco più di un terzo delle imprese analizzate, presenti in quasi tutte le destinazioni con una leggera prevalenza nelle località balneari,” ha evidenziato la ricercatrice. “Si tratta di strutture qualità media o medio-bassa che hanno una buona diversificazione dell’offerta di alloggio. Investono soprattutto in qualificazione dell’offerta, ma il range di servizi è ancora limitato. Hanno una buona incidenza di nuova clientela, grazie anche al loro livello di digitalizzazione, che qui arriva al 38%. Spesso sono aziende che stanno alla finestra perché non hanno idee o perché non vogliono o non possono investire”.

 

I cosiddetti inerti sono il 13% delle imprese presenti in Veneto e Friuli. Si parla in questo caso di aziende che hanno dichiarato di non aver fatto alcun investimento negli ultimi dieci anni e portano avanti un’offerta fatta di ripetitivitàcon pochissimi servizi di base. Insieme alle normative, che sono sempre un aspetto critico in questo settore, gli inerti costituiscono l’elemento più rischioso, perché sono imprese che potrebbero alla fine uscire dal mercato.

La valutazione di Minghetti si è chiusa sottolineando che l’obiettivo era cercare di valutare la capacità di investire e di innovare nei prossimi anni rispondendo a una domanda: quale sarà il posizionamento prospettico dell’open-air tradizionale rispetto ad altre forme di ricettività che si stanno affacciando sul mercato proponendo nuove soluzioni di vacanza magari a una clientela che non ha mai provato a farla in un campeggio villaggio turistico? Siamo di fronte a una domanda che continua a cambiare e che diventa sempre più esigente. Le aziende che sapranno seguire questa tendenza saranno quello più pronte a cogliere le opportunità migliori.

L’analisi di Traverso, l’intervento di Granzotto

Francesco Traverso

L’intervento di Francesco Traverso, CEO di HBenchmark, si è concentrato su un’analisi che ha coinvolto più di 50 strutture distribuite prevalentemente in Veneto, Trentino, Lago di Garda, Isola d’Elba e tutta la fascia adriatica. Il risultato ha sostanzialmente evidenziato come la qualità tra strutture a tre e quattro stelle sia molto simile, mostrando un appiattimento che non favorisce la scelta dei clienti. Le strutture a cinque stelle sono invece posizionate più in alto e con un’offerta più chiaramente distinguibile dalla clientela. Nella presentazione Traverso ha anche affrontato temi legati alla provenienza della clientela e ai prezzi medi.

Alberto Granzotto

Ad Alberto Granzotto, presidente di FAITA FederCamping, il compito di tirare le somme di questa prima sessione “I dati danno una serie di indicazioni che ci spingono a riflettere,” ha detto. “Emerge nettamente che il mercato sta cambiando, che la qualità è il driver principale, e su questo tema, come sistema-paese Italia, abbiamo molta strada da percorrere. Due settimane fa, al Congresso dei Campeggi Croati, PiNCAMP ha presentato le statistiche relative alla qualità in diversi paesi europei: l’Italia si colloca in una posizione di centro classifica, con una tendenza nella crescita qualitativa che ci pone nella parte bassa. Questo è un tema molto delicato, perché in un mondo in trasformazione il non saperla cogliere con la dovuta velocità ci crea dei problemi”.

Questi numeri ci evidenziano anche come il settore non sia ancora sufficientemente diversificato,” ha aggiunto. “Gli appiattimenti tra i 3, 4 e 5 stelle significano che non siamo ancora bravi a segmentarci nel modo opportuno per far capire ai clienti qual è la differenziazione in termini di qualità”.

Revenue Management: gestire il pricing tra aumento dei prezzi e servizi ancillari

Emanuele Nardin

Emanuele Nardin, direttore di Hotelperformance, ha introdotto l’argomento sottolineando come non ci sia nulla da temere, dato che le strutture ricettive lo applicano da tempo. Anche la dinamicità tariffaria non deve spaventare: viene già oggi adottata da distributori di carburante e supermercati e il consumatore non la considera una cosa inaccettabile.

Tina Ingaldi

Tina Ingaldi, Sales Manager di MyForecast RMS, ha sottolineato come alzare e abbassare il prezzo sulla base del sentimento non sia la strada più efficace: bisogna basarsi sui dati e su questi costruire delle strategie tariffarie sensate, imparando quindi prima a leggerli. Fondamentale formare le persone che si occupano dell’inserimento dei dati e farsi poi aiutare da un software per risparmiare tempo e risorse. Ingaldi ha sottolineato che pricing dinamico non significa in realtà solo prezzo, che è solo una delle leve che portano alla vendita. Bisogna infatti anche considerare gli aspetti legati a urgenza, immagine e personalizzazione.

Anna Malfatti

A questo proposito è intervenuta Anna Malfatti, Account Manager di BeSafe Group, che ha sottolineato come possa tradursi in vantaggio competitivo l’abbinamento con un’assicurazione di viaggio integrata nella tariffa. Il mercato di questi prodotti vale oggi 48,2 miliardi di dollari e la propensione all’acquisto è in crescita: il 33% degli italiani nel 2023 lo ha fatto, contro il 25% del 2022. Ci si assicura non solo per un eventuale annullamento del viaggio, ma anche per le spese mediche.

I campeggi dovrebbero permettere di assicurare il viaggio in modo semplice e veloce, integrando questa possibilità con i propri sistemi di booking. L’assicurazione rappresenta infatti una forte leva di marketing, offrendo agli ospiti valore aggiunto. Le OTA offrono di norma assicurazioni molto basiche, mentre le singole strutture possono migliorare l’offerta diventando più competitive. L’assicurazione garantisce anche la certezza dell’incasso ed evita di dover gestire pratiche, reclami ed eventuali rimborsi.

Beatrice Breseghello

A chiudere questa tavola rotonda è stata Beatrice Breseghello, Sales Representative di CloudVillage e Artemis Group. A lei è spettato il compito di sottolineare l’importanza dei servizi ancillari, ovvero quei beni o servizi non strettamente correlati al core business. Possono essere servizi interni alla struttura (ristorazione, spa, piscina) o esterni su cui ci si limita a marginare (escursioni, transfer, pay tv, lavanderia, garage). L’ideale, secondo Breseghello, è adottare una formula mista. Per incentivare l’utilizzo di questi servizi bisogna fare leva sull’aspetto emotivo. Una decisione di acquisto passa infatti da un processo che dura solamente una decina di secondi e che si sviluppa in attenzione, attrazione, interesse, analisi e azione. Il tutto in tre passaggi: identificazione del bisogno, ricerca dell’informazione, valutazione delle alternative.

Camping of the future: come innovare il camping village per gli ospiti di domani

Nicola Delvecchio

In questo panel la discussione è stata incentrata sul campeggio di domani. Partendo dalle attuali tendenze i relatori hanno cercato di disegnare i contorni delle future strutture ricettive. Nicola Delvecchio, Consulente di Teamwork, ha sottolineato come i nuovi ospiti, quelli nati dopo il 2005, andranno alla ricerca di tempo, spazio e silenzio. Tra le altre tendenze ormai consolidate ci sono la possibilità di unire vacanza e lavoro, una concreta attenzione all’ambiente e al benessere e la ricerca di esperienze outdoor innovative.

La domanda di outdoor del futuro vedrà da una parte chi desidera rimanere ancorato a un’idea di campeggio legato alla natura e alla voglia di essere “unplugged”, mentre dall’altra si andrà verso la ricerca di villaggi e campeggi capaci di offrire una formula più alberghiera. In mezzo ci saranno persone che cercheranno esperienze inusuali.

Sergio Redaelli

In questo contesto, Sergio Redaelli, CEO di Crippaconcept, ha riassunto il percorso di innovazione intrapreso dalla sua società sin dal 2010: partito con un’iniziale trasformazione estetica delle mobile home è arrivato negli anni a una ricerca funzionale realizzata in collaborazione con alcune importanti università. Senza dimenticare gli aspetti di sostenibilità. Le ultime innovazioni sono la Vittoria Room, pensata specificatamente per l’adozione nell’ambito di servizi di livello alberghiero e, di prossima presentazione, la prima “tiny house” firmata Crippaconcept.

Per noi il futuro è rappresentato dai ragazzi giovani,” ha detto Redaelli. “Sono loro che ci daranno le idee su come proseguire. Per questo collaboriamo con l’Università di Pavia, con il Politecnico e l’Università Cattolica: cerchiamo insieme a loro di creare innovazione. Questi team di persone che stiamo facendo crescere ci danno degli spunti, delle idee, che poi andranno calate nella realtà. Il vero passaggio nel futuro è quello di far interpretare a ragazzi giovani, di una ventina d’anni, il nostro settore, che purtroppo non conoscono”.

Alberto Burro

Alberto Burro, CEO di Bubble Stars, ha infine portato sul palco il concetto degli alloggi “bubble”, che in certi contesti stanno conquistando spazi e attenzioni. E per dare forza alla sua presentazione è stato poi coinvolto Claudio Galassi, titolare del Camping Casa di Caccia, in Toscana, che una “bubble” l’ha già installata da qualche anno con grande soddisfazione: in alta stagione si riescono a ricavare anche 600 euro a notte.

 

Oltre la sostenibilità: persone, ambiente, performance

Antonio Miano

In questa sessione si è parlato della sostenibilità sociale. Antonio Miano, Consulente di Teamwork ha affrontato gli aspetti legati all’impiego, al diritto a un lavoro dignitoso, a come attrarre e trattenere i lavoratori in azienda. Che non sono solo una questione di salario. Bisogna sempre chiedersi se i propri collaboratori sono disposti a mettere la loro faccia per promuovere l’azienda, magari su un social. È importante agire sul benessere dei lavoratori, che non necessariamente è una cosa economicamente costosa. Solo così si possono fidelizzare da una stagione all’altra.

Gianfranco Vitali

Gianfranco Vitali, titolare del Camping Holiday Village Florenz, ha invece toccato il tema dell’inclusione, sottolineando ancora una volta come una forte attenzione nei confronti delle persone disabili possa portare non solo a grandi soddisfazioni morali, ma alla fine anche a risultati economici di rilievo. I ricavi del suo campeggio nel 2022 legati a persone con disabilità sono stati pari a quasi 379 mila euro, in crescita del 10 per cento rispetto all’anno prima.

Oltre a case 37 case accessibili, a 9 case accessibili ai non vedenti e alle passerelle in spiaggia per l’accesso al mare con le carrozzine, al Florenz anche l’accoglienza è curata da una persona disabile. “Lavora con noi Luca, un ragazzo in carrozzina che da il benvenuto ai clienti e che per loro è una piacevole sorpresa,” ha detto Vitali. “Non è una cosa usuale, ma il segno evidente della qualità dell’ospitalità e dell’inclusione che ha raggiunto il mio campeggio”.

Social & Web Marketing: come promuovere online il camping village

Riccardo Viroli

Assente giustificato Ferdinando Iustini, titolare di Camping.it, per un problema personale, la sessione ha visto un lungo e interessante intervento di Riccardo Viroli, CEO di CampingVillage.Marketing. Il primo importante concetto che ha voluto trasmettere è che il modo di comunicare è cambiato radicalmente. Oggi, secondo uno studio a livello globale ha rivelato che in media passiamo ogni giorno quasi due ore e mezza sui social. E anche qui si comunica in modo diverso da quanto si faceva fino a pochi anni fa. Lo si fa in modo molto più emotivo e coinvolgente e quindi è necessario che le scelte delle strutture ricettive riflettano questo cambiamento.

Il secondo elemento messo in luce da Viroli è che, volenti o nolenti, oggi non si può più prescindere da Google Ads e da Meta (Facebook e Instagram). “Dobbiamo prendere in considerazione questo aspetto in maniera molto seria, perché ancora oggi mi trovo a dei tavoli in cui mi dicono di non voler investire su queste piattaforme,” ha detto Viroli. “Questa cosa, però, è diventata necessaria, fondamentale. Condivido l’idea di investirne il meno possibile, ma comunque è una guerra che va combattuta con quelle armi”.

Viroli ha poi sottolineato l’importanza di spingere sull’unicità della propria struttura ricettiva e ha messo in evidenza come certi strumenti, come le newsletter, siano tutt’altro che obsoleti. L’importante è avere le idee chiare su cosa comunicare e creare un vero e proprio piano editoriale che dia continuità alla comunicazione aziendale. Sui social bisogna poi fare campagne ripetitive, anche senza investire grandi cifre, ma senza mai fermarsi e sempre legate agli aspetti emotivi.

Nel mondo Google Ads oggi la parte del leone la fa la tecnica, il che rende un po’ complessa l’interazione. Usare Google Ads non è più una cosa banale: l’investimento va ottimizzato, ma i risultati sono però molto buoni. Da tenere presente, inoltre, che oggi il 58% del posizionamento organico dei siti web sui motori di ricerca è dettata non più dal contenuto, ma dall’infrastruttura tecnica del sito. E il sito è lo strumento che converte, quindi non va trascurato. I siti oggi vanno progettati come “mobile only”, devono raccontare la struttura e i suoi servizi e devono dare precedenza alla “merce” da vendere. In tre step devono rispecchiare i veri valori della struttura.

Tecnologie e nuovi strumenti: come migliorare la gestione del camping village e l’esperienza dell’ospite

Marco Di Giampietro

Nell’ultima sessione, dedicata alle tecnologie, Marco Di Giampietro, CEO di No Paper Solution, ha messo in luce l’importanza della trasformazione digitale dal punto di vista ambientale: diminuire la stampa di semplici fogli di carta, per qualsiasi servizio, ha un impatto importante. I clienti della sua azienda quest’anno hanno risparmiato la stampa di quasi trenta milioni di fogli in formato A4.

Digitalizzare un processo di check-in significa inoltre offrire al cliente un’esperienza nuova e soprattutto arrivare a un processo più rapido. Utilizzando scanner e tablet si può quasi dimezzare il tempo necessario a registrare una coppia di ospiti. Oltre alla registration card ci sono molti altri documenti che vengono proposti per essere sottoscritti e firmati: la loro digitalizzazione consente anche di risparmiare spazio e li rende più facilmente reperibili.

Paolo Ferrari

A Paolo Ferrari, CEO di pod.camp, è spettato il compito di parlare di PMS (Property Management System), evidenziando come quelli dedicati alle strutture open-air debbano necessariamente essere diversi da quelli per il classico mondo dell’hotellerie. Ad accomunarli, però, c’è il sistema di apertura automatica delle porte, che secondo Ferrari potrebbe avere grande diffusione anche nel settore delle case mobili. Nelle strutture open-air si parla ormai di PMS diffuso”, costituto dall’uso delle app: controllo degli accessi e identificazione dell’ospite passano così dal telefono del cliente, senza dover passare dalla reception.

Marco Vescovi

Infine, Marco Vescovi, Product Manager di Jampaa, ha presentato la soluzione Open Air Hub, un software realizzato in collaborazione con FAITA FederCamping per aiutare i campeggi a gestire tutte le informazioni che riguardano la struttura ricettiva, in particolare quelle multimediali, e a distribuirle in modo automatico. Lo stesso strumento consente anche, sfruttando l’intelligenza artificiale, di creare post per il mondo social in modo rapido ed efficace.

8 Comments
  1. leitch.eden@gmail.com 2 mesi ago

    Dear Sir /Madam

    As I see that you do not have many positive reviews on Google Maps, which means that you will not be able to get new customers, But the good news today is that I can increase your google map ranking so you can have more exposure and get more customers this also

    Getting google maps reviews from your customers has always been a beneficial exercise for business, but today its importance is even greater. Let’s attract new customers by making your business in the first Google search results, 72% of customers will take action only after reading a positive online review.

    If you are Intrested please click this link to start: https://tinyurl.com/2x44w7y4

    Regards
    Danyl

  2. samual.oddo@googlemail.com 2 mesi ago

    Do you need targeted Customers emails and phone numbers , so I am here to help you check out my Fiverr 5 stares profile serving over 880 happy customers
    contact me here and tell me what you need ===== > https://tinyurl.com/3ckxfu2c
    See you there

    Regards
    Awals

  3. Ramona Stitt 2 mesi ago

    Hey

    I wanted to reach out and let you know about our new dog harness. It’s really easy to put on and take off – in just 2 seconds – and it’s personalized for each dog.
    Plus, we offer a lifetime warranty so you can be sure your pet is always safe and stylish.

    We’ve had a lot of success with it so far and I think your dog would love it.

    Get yours today with 50% OFF: https://caredogbest.com

    FREE Shipping – TODAY ONLY!

    Have a great time,

    Ramona

  4. patricia.georg@gmail.com 4 settimane ago

    Do you need targeted Customers emails and phone numbers , so I am here to help you check out my Fiverr 5 stares profile serving over 880 happy customers
    contact me here and tell me what you need ===== > https://tinyurl.com/3ckxfu2c
    See you there

    Regards
    Awals

  5. whitton.nina33@msn.com 3 settimane ago

    Hi there, my name is Conner Johnson, co-owner of Insurance Restoration Consultants. I apologize for using your contact form, but I wasn’t sure who the right person was to speak with in your company. At IRC, we help contractors and their customers get the settlement they deserve through the supplement process. This is all handled remotely, with minimal intrusion into your daily workflows. Revenue increases from supplementing were in the millions for our largest client last year. If you aren’t supplementing, you’re really missing out! Our website is ircestimates.com and our scheduling link is ircconsultation.com but please feel free to reach us via email at info@ircestimates.com or call at (802) 520-0231 as well.

  6. bart.percival@gmail.com 2 settimane ago

    Hi,

    Looking for someone to help you in local ranking ? Your business is not coming in top of google results page . I am Local SEO expert from 5 years and now i am here to help you! With the
    expertise and work drive of my team, we will get you the best results possible

    Check my 5 stars Fiverr page now

    https://tinyurl.com/3fxa3xw3

  7. Mickie Chavarria 7 giorni ago

    Hello,

    I hope you’re doing well. I wanted to let you know about our new BANGE backpacks and sling bags that just released.

    Bange is perfect for students, professionals and travelers. The backpacks and sling bags feature a built-in USB charging port, making it easy to charge your devices on the go. Also they are waterproof and anti-theft design, making it ideal for carrying your valuables.

    Both bags are made of durable and high-quality materials, and are perfect for everyday use or travel.

    Order yours now at 50% OFF with FREE Shipping: http://bangeshop.com

    Best Wishes,

    Mickie

  8. brooke.tayla@outlook.com 10 ore ago

    Dear Sir /Madam

    As I see that you do not have many positive reviews on Google Maps, which means that you will not be able to get new customers, But the good news today is that I can increase your google map ranking so you can have more exposure and get more customers this also

    Getting google maps reviews from your customers has always been a beneficial exercise for business, but today its importance is even greater. Let’s attract new customers by making your business in the first Google search results, 72% of customers will take action only after reading a positive online review.

    If you are Intrested please click this link to start: https://tinyurl.com/2x44w7y4

    Regards
    Danyl

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may also like