In evidenza News

Turismo open-air, in arrivo 33 milioni di euro per la creazione e riqualificazione delle aree di sosta

single-image

Una buona notizia per il turismo italiano all’aria aperta: lo scorso 24 ottobre la Camera dei Deputati ha approvato definitivamente la conversione in legge del DL Qualità dell’aria che – tra le altre disposizioni – istituisce, nello stato di previsione del ministero del Turismo, un Fondo con una dotazione di 32.870.000 euro per l’anno 2023. Tali risorse, recita la norma, sono destinate “al finanziamento di investimenti proposti dai comuni italiani e volti alla creazione e alla riqualificazione di aree attrezzate di sosta temporanea a fini turistici e alla valorizzazione del turismo all’aria aperta, attraverso apposito bando da pubblicarsi da parte del Ministero”.

Per il ministro Daniela Santanchè, l’istituzione del Fondo dà una risposta concreta alle richieste del settore del turismo all’aria aperta, che è in costante crescita. “Ho avuto modo di confrontarmi già in diverse occasioni con le associazioni di categoria e mappare le relative esigenze intervenendo con tempestività”, ha commentato il Ministro. “In questo modo sosteniamo sempre di più la differenziazione dell’offerta turistica rispondendo alle crescenti richieste di sostenibilità del turismo e implementando quindi le nostre politiche di destagionalizzazione”.

Ugualmente soddisfatto per il risultato raggiunto è il deputato di FDI Francesco Michelotti, secondo il quale grazie a questo provvedimento si potrà colmare il gap tra l’Italia e gli altri Paesi europei relativo all’offerta di strutture per il turista itinerante. Nella sua nota a commento dell’istituzione del Fondo, Michelotti sottolinea come il provvedimento sia il risultato del continuo dialogo e confronto tra governo e associazioni di settore: la carenza delle aree attrezzate per la sosta era stata recentemente ribadita dalle associazioni al Salone del Camper di Parma, e il governo ha saputo dare pronta risposta con un intervento concreto.

Il deputato auspica anche che si possa arrivare, nel corso di questa legislatura, all’obiettivo dellIVA agevolata al 4% per lacquisto del camper da parte di persone con disabilità, per il quale lo stesso Michelotti ha depositato in Parlamento una specifica proposta di legge.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may also like