In evidenza News

WTTC, l’occupazione femminile registra una crescita significativa nel settore viaggi e turismo

single-image

Donne e giovani sempre più interessati al mondo dei viaggi e del turismo, nel quale trovano grandi opportunità di lavoro. A rivelarlo sono i dati della nuova ricerca del World Travel & Tourism Council (WTTC) e del Sustainable Tourism Global Center. Il rapporto fornisce una ripartizione regionale dell’occupazione in Europa, Americhe, Medio Oriente, Africa e Asia-Pacifico ed è la prima analisi dell’impronta sociale del settore viaggi e turismo a livello globale, suddivisa per età, sesso e reddito.

I dati acquisiti nel corso dello studio sono eloquenti: l’occupazione femminile nel comparto è cresciuta rapidamente tra il 2010 e il 2019, passando da 38,6 milioni a 47,8 milioni di donne occupate nell’industria turistica, con un aumento del 24%. Di queste lavoratrici, oltre la metà (52%) è occupata nel settore dell’ospitalità. Il rapporto rivela che nel 2021 il settore impiegava una quota marginalmente più alta di donne rispetto ad altri settori a livello globale: il 39,3% rispetto a una media del 39,2%.

Altro dato interessante riguarda i giovani: nel settore viaggi e turismo, l’occupazione giovanile è cresciuta del 28% dal 2010, con un totale di 39,7 milioni di posti di lavoro (cifra, tra l’altro, significativamente influenzata dalla pandemia di Cobid-19, che ha fortemente colpito il settore). I giovani rappresentano il 15% di tutti i posti di lavoro del settore sia nel 2010 che nel 2021. Un dato ancora più significativo se si pensa che, nell’occupazione globale complessiva, la quota di giovani lavoratori è scesa dal 16,5% nel 2010 al 12,5% nel 2021.

Altra nota significativa che emerge dalla ricerca del WTTC riguarda il livello dei salari: nel 2021, nel settore globale dei viaggi e del turismo quasi il 34% dei posti di lavoro è ad alto salario, una percentuale in aumento rispetto al 29,6% del 2010. A livello regionale, l’Asia-Pacifico ha registrato la quota maggiore di posti di lavoro ad alto salario nel settore (38,7%), seguita dall’Africa (36,2%) e dalle Americhe (30,6%).

Julia Simpson, Presidente e CEO del WTTC, ha voluto evidenziare il valore di questo studio che, per la prima volta, dimostra l’impatto significativo che il settore viaggi e turismo produce sull’occupazione mondiale, “sostenendo un maggior numero di posti di lavoro con salari elevati, condizioni di parità per le donne e fornendo posti di lavoro sostenibili ed economicamente attraenti a lungo termine ai giovani di tutto il mondo“.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may also like