In evidenza News

Dopo Düsseldorf, Parma: sabato si inaugura il Salone del Camper, con la partecipazione di FAITA

single-image

La stagione autunnale delle fiere di settore è partita con un Caravan Salon di Düsseldorf all’insegna dell’ottimismo e dei buoni risultati di pubblico. Nel corso dei dieci giorni della manifestazione tedesca, distribuita su ben 16 padiglioni espositivi, sono accorsi 235 mila visitatori, confermando così il successo delle vacanze outdoor.

Nonostante un contesto economico difficile siamo riusciti a raggiungere visitatori con un altissimo interesse per questa forma di vacanza e concrete intenzioni di acquisto,” ha sintetizzato Erhard Wienkamp, Managing Director di Messe Düsseldorf.Si è respirata un’atmosfera eccellente e molto suggestiva per l’intera durata della fiera: la passione per le vacanze in viaggio è stata percepibile in ogni momento. Solo il Caravan Salon rispecchia l’intero mondo del caravanning con la sua grande varietà”.

A Parma tutto è pronto

Per una manifestazione che si chiude, un’altra è pronta ad aprire i battenti. A Parma, tutto è pronto per l’inaugurazione del Salone del Camper: sabato 10 settembre si aprirà il secondo evento europeo di settore. I numeri parlano di oltre 300 espositori, 15 Paesi rappresentati, 5 padiglioni, 41 brand di produttori di veicoli ricreazionali, quattro aree tematiche, circa 100.000 metri quadri occupati.

Grazie all’accresciuto interesse verso il turismo all’aria aperta, per i camping e i villaggi turistici si aprono nuove opportunità. Per questo motivo FAITA-FederCamping, associazione che rappresenta oltre 2.300 imprese turistico ricettive all’aria aperta in 18 regioni italiane, ha scelto il Salone del Camper come fiera partner per il B2C, stipulando un partenariato strategico.

Nell’accordo tra le due parti ci sarà anche la creazione di eventi formativi e di intrattenimento organizzati per il pubblico e gli operatori. I temi saranno ovviamente quelli relativi al turismo open-air, che spaziano dalla sostenibilità all’alimentazione (camper green e camper food), dall’attività outdoor al lifestyle (camper active e camper dress code), dal turismo esperienziale all’automotive (camper destination e camper product).

I commenti dei protagonisti

Il Salone del Camper di Fiere di Parma,” sottolinea Antonio Cellie, AD Fiere di Parma, “è il marketplace italiano ed europeo del turismo outdoor, che negli ultimi anni ha visto una crescita continua, diventata strutturale. Un fenomeno dinamico e a vocazione green, che coinvolge l’intera filiera turistica e crea ricchezza sui territori. L’accordo siglato con FAITA-FederCamping si inserisce in una strategia di incontro tra gli stakeholder del turismo en plein air”.

Chiari gli obiettivi per Alberto Granzotto, Presidente FAITA-FederCamping: “L’accordo raggiunto con il Salone del Camper di Fiere di Parma,” dichiara, “consentirà ai nostri associati di incontrare il consumer in uno spazio dedicato, dove saranno presentati l’offerta ricettiva e il prodotto turistico Italia, tra i più richiesti al mondo. Gli elevati standard qualitativi delle nostre imprese meritano di essere comunicati e promossi in un contesto fieristico, qual è il Salone del Camper, importante e riconosciuto a livello europeo.”

I nostri indicatori,” sottolinea infine Ludovica Sanpaolesi, direttrice APC Associazione Produttori Camper che collabora all’organizzazione del Salone del Camper, “dicono che il turismo open-air trova nel veicolo ricreazionale il suo compimento ideale. Camper e caravan sono mezzi che consentono di organizzare una vacanza libera, sicura e a contatto con la natura. L’accordo con FAITA-FederCamping favorirà l’incontro tra imprese ricettive e costruttori, fondamentale per analizzare il mercato dei prossimi anni”.

You may also like