Dati e ricerche In evidenza News

Spagna, si annuncia una nuova stagione estiva da record: tasso di occupazione medio già al 90%

single-image

In Spagna, trovare una piazzola libera o un bungalow per le vacanze estive è già quasi impossibile. Con un tasso di occupazione medio del 90% in tutto il Paese, l’estate 2024 promette di infrangere ogni record. Le premesse per superare gli oltre 6,3 milioni di viaggiatori e i quasi 30 milioni di pernottamenti del 2023 ci sono tutte.

Centinaia di campeggi sono già al completo: il mese di luglio registra l’80% delle prenotazioni e agosto il 95%. Periodo più “caldo” tra il 19 luglio e il 25 agosto. La domanda dall’inizio dell’anno è stata così alta che il 60% delle prenotazioni erano già effettuate prima di Pasqua, a dispetto di quanto accade solitamente, con prenotazioni effettuate solo un paio di mesi prima se non addirittura last minute.

Vicini al “tutto esaurito”

Che si tratti di campeggi sul mare o nell’entroterra, tra qualche giorno si sfiorerà un po’ ovunque il “tutto esaurito”.Un vero e proprio boom che, esploso dopo la pandemia, non accenna ad arrestarsi. Secondo i dati dell’INE e confermati dalla Federación Española de Campings (FEEC), tra il 2019 e il 2023 più di 759.000 persone si sono avvicinate alla vacanza all’aria aperta, scegliendo il campeggio per le proprie vacanze estive. Solo nell’ultima decade, i clienti dei campeggi sono aumentati del 44,9% con quasi due milioni (1.959.810) di nuovi clienti, e i pernottamenti estivi sono passati da poco più di 22 milioni a quasi 30 (+34,5%).

La classifica delle CCAA (Comunità Autonome) dove i viaggiatori sono cresciuti maggiormente dal 2014 è guidata dai Paesi Baschi (+78,6%), Asturie (70%) e Comunità Valenciana (+63,3%). La Navarra guida la classifica dei pernottamenti con un +86,2%, l’Andalusia con il 74,2% e le Asturie con il 70,2%.

Queste cifre ci confermano che il settore sta andando nella giusta direzione,” afferma Ana Beriain, presidente della FEEC. “Continuiamo a crescere e a offrire il meglio ai nostri clienti abituali e a quelli che si avvicinano per la prima volta. Pensare che ogni estate, 200.000 persone soggiornano per la prima volta nelle nostre strutture è una sfida che vogliamo e accettiamo. Appena qualche estate fa, superare la barriera dei cinque milioni di viaggiatori e dei 25 milioni di pernottamenti ci sembrava un sogno. Quest’estate raggiungeremo i 30 milioni di pernottamenti e i 6,5 milioni di viaggiatori, una cosa che dimostra il nostro potenziale, il nostro impegno e la nostra crescita.”

Photo by Christina Al

You may also like